Laureato in contrabbasso con il massimo dei voti e la lode presso l’Istituto Musicale Pareggiato “A.Peri” di Reggio Emilia sotto la guida prima del M° Aldo Donà e poi del  M° Pierangelo Murelli, e perfezionatosi in seguito con i Maestri Stefano Pratissoli e Amerigo Bernardi, ha al suo attivo un’intensa attività professionale in tutta Italia in numerose formazioni, tra cui “Giovane Orchestra Sinfonica Italiana”, “Orchestra Filarmonica di Parma”, “Giovani Cameristi Emiliani”, “Archi Italiani” e “Orchestra Arturo Toscanini”. 

   Negli anni di formazione personale, dopo essersi dedicato anche a studi universitari presso la facoltà di Fisica dell’Università degli Studi di Parma, matura un interesse per espressioni simboliche diverse ma intimamente connesse al linguaggio musicale, avvicinandosi alla narrazione ed all’attività di promozione alla lettura nella collaborazione nel 2000 e 2001 con la Biblioteca Comunale di Cavriago (Reggio Emilia). Nel 2002 vince poi il concorso per bibliotecario a Quattro Castella e da allora porta avanti con successo entrambi i profili professionali di musicista e bibliotecario. 

   In ambito musicale, svariate sono le collaborazioni con l’Associazione “I Teatri” di Reggio Emilia e le partecipazioni a manifestazioni come “Di Nuovo Musica” di Reggio Emilia e a stagioni concertistiche, come quelle di Reggio Emilia e di Cremona. Importanti sono le  collaborazioni con il M° Dario Indrigo nell’”Ensemble Musica Realtà“ e con il M° Franco Fusi nell’ambito della musica contemporanea. Effettua inoltre una serie di concerti in  tutta Europa con il quintetto d’archi e pianoforte “G. Nicolini” per la musica classica e con il trio italo-tedesco “Youth Europe” per il jazz. Si dedica al jazz con varie formazioni: il quintetto “Kind of Jazz”, il trio “Interplay”, il gruppo “Hip Hop in Jazz” ed il quartetto “Quartetto Borcianum”, con il quale vince il 2° premio al concorso nazionale di Baronissi (SA) ed ottiene il diploma d’onore al “Torneo Internazionale di Musica”. 

   Il profilo professionale all’interno della biblioteca gli consente di occuparsi parallelamente di catalogazione, ideazione ed allestimento di eventi culturali di grande risonanza e di approfondire in particolare la promozione alla lettura, grazie ad una costante collaborazione con le agenzie educative del territorio. Effettua in questo ambito ogni anno fra i 50 e i 60 incontri, coinvolgendo, fra letture, giochi, tornei ed animazioni, più di 1200 studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado. Sua l’ideazione dell’English Reading Championship (campionato di lettura in inglese, unico nel suo genere) e di “Adolettura” (percorso di valorizzazione della lettura rivolto all’adolescenza che, a partire da un incontro con scrittori ed esperti dell’editoria, esplora i fondamenti archetipici del raccontarsi attraverso le parole).  

   Musicalmente si interessa anche al pop; da citare, la collaborazione col gruppo tedesco “Substandard Working Condition”, con cui effettua svariati concerti ed incide il disco “Highlight of Romeo und Julia”, con gli Acid Folk Alleanza, con cui appare in diversi pezzi dell’album “Fumana Mandala”, e con i Cassa Continua, con  i quali collabora  all’incisione del disco “Cassa Continua”. Diverse anche le collaborazioni nell’ambito della musica popolare, tra cui vi sono il quartetto “Desperanto”, l’”Ensemble del Drago  Rosso”, il “Medicesar quartett” e, assieme ai Violini di Santa Vittoria, con l’organettista Riccardo Tesi ed il sassofonista Claudio Carboni (con i quali incide il cd “L’osteria della fola”). Sono da segnalare i corsi estivi, sempre di musica pop, da lui tenuti in Polonia (Myslovice) 1995 e Spagna (Almansa) 1999, dai quali sono nati brani di sua composizione, eseguiti, con alcuni elementi dei “Substandard Working Condition”, nello spettacolo conclusivo dell’”Iternational youth camp 1999” ad Almansa (Spagna) e durante il festival musicale “Europax” a Pforzheim (Germania) e Cavriago (RE), e che costituiscono per intero il cd musicale/cd-rom multimediale “Don Quixote”. Ha tenuto inoltre corsi di musica classica in Ungheria (Fertod estate 2002, da cui è nato il cd multimediale “Youth>fusion”) e di musica di contaminazione a Bassano del Grappa (estate 2003) da cui è scaturito uno spettacolo interamente originale nel testo e nella musica basato sulla Commedia dell’Arte e documentato nel cd multimediale “Cross the bridge”.

   Si è avvicinato anche all’avanguardia musicale, cercando la fusione tra musica classica, popolare e jazz, eseguendo concerti in tutta Italia con il “Quartetto Habanera”, l’ “Ensemble Oblivion”, il “Nobil Art Quartett” ed il “Drò Ensemble” e ricevendo numerosi riconoscimenti sulla stampa regionale. 

   Da anni esplora nuove connessioni fra musica, gesto, parola, immagine. Nascono così alcuni dei progetti più interessanti del suo profilo: la collaborazione con scrittori, attori ed illustratori in sessioni di improvvisazione “a quattro o sei mani”, come ad esempio negli eventi “L’Orlando da innamorato a furioso” o “Immaginar le storie”a fianco dell’illustratrice di fama internazionale Sonia MariaLuce Possentini; ma anche proposte del tutto nuove nel panorama culturale italiano, come “Il movimento della lettura”, nato dalla collaborazione con Massimo Mondini e Movimento Arcaico, che integra attività motoria e lettura e “Versi di Versi”dal fortunato incontro con l’etnomusicologo e percussionista Luciano Bosi.

   Di recente da sottolineare la sua interpretazione come attore non protagonista nel film del regista tedesco Serdar Dogan “Der 9. Kontinent” (“L’ottavo continente”) uscito nel nord Europa nel Maggio 2015, la collaborazione con il quartetto si sassofoni Saxofollia nella registrazione del cd “Estate” uscito nel marzo 2015 e la partecipazione allo spettacolo “Bassa continua” diretto da Mario Perrotta, atto conclusivo della trilogia del Progetto Ligabue e Premio UBU 2015 come miglior progetto artistico e organizzativo.

   Alterna infine un percorso da solista, effettuando concerti per contrabbasso solo, all’attività con I Violini di Santa Vittoria, con i quali ha di recensente inciso il disco “Denominazione d’Origine Popolare” (DOP).

 

Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi.
Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale.