di Barbara Castiglioni e Fabio Uliano Grasselli
con Fabio Uliano Grasselli
regia di Alessandro Migliucci

info e booking:

338-9866993 | 339-7191508
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Charles Mingus, nacque in Arizona nel 1922. Padre mulatto, mamma di origini cinesi e pellirossa. Cresciuto da una seconda mamma, nera. Segni particolari: mostro sacro del Jazz.
Il suono dell'anima è la storia di uno dei più grandi musicisti dei nostri tempi. Un viaggio che, oltre a ripercorrere le tappe importanti della sua vita, fatta ora di casualità e ora di scelte consapevoli, ci conduce attraverso la forza di una musica ricercata e narrata in prima persona da quello strumento che mai lo abbandonerà: il contrabbasso.

La ferocia di un mondo in costante evoluzione, le difficoltà economiche, le donne giuste e sbagliate, gli echi di una guerra che sconvolse il mondo intero, contribuiranno alla maturazione di un artista sempre coerente con le proprie scelte. Un artista capace di resistere ad una società razzista nella quale la sua condizione di meticcio sarà, alla fine, un vero e proprio moto di lotta contro il sistema, simbolo che farà della sua idea di musica un manifesto di rabbia e disillusione.

“Nato in un altro paese o nato bianco, sono certo che avrei potuto esprimere le mie idee molto prima. Può darsi che sarebbero state meno buone perché quando si nasce liberi la combattività e l'iniziativa non sono così forti. Quando invece si deve lottare ogni giorno si ha ben più motivo di parlare. La mia musica è viva, parla della vita e della morte, del bene e del male. Essa è collera ed è reale perché sa di essere collera” (Charles Mingus, 1922-1979).

 

Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi.
Continuando nella navigazione, senza modificare le impostazioni del tuo browser acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo terminale.